• centrostudivinci

NATALE, A VINCI CONCERTI NELLE CHIESE DI LEONARDO

La musica nelle chiese di Leonardo. Dopo un lungo periodo di silenzio, torna a Vinci il festival concertistico “Qui Cantat” con tre appuntamenti musicali, ad ingresso gratuito, l’11 e il 23 dicembre e il 9 gennaio. Per l’edizione 2021 è proposto un itinerario nuovo che segue le tracce di un volume in corso di pubblicazione a cura di Paolo Santini con la collaborazione di Nicola Baronti, edito da Alessandro Naldi dal titolo “Vinci. Le sette chiese del giovane Leonardo” (Edizioni dell’Acero): i concerti si svolgeranno non solo nella pieve ma anche in due chiese del piviere.


Il primo appuntamento del festival, promosso dalla Parrocchia di Sant’Ansano in Greti, dal Comune di Vinci e dall’a Accademia Musicale “Amedeo Bassi” è previsto sabato 11 dicembre alle ore 21.15 alla Chiesa di Santa Croce a Vinci: il “Concerto degli Auguri” vedrà la partecipazione dell’Orchestra e della Corale “Amedeo Bassi” di Montespertoli dirette da Massimo Annibali, con un repertorio dedicato al Natale, con l’esecuzione di musiche di Corelli, Purcel, Pachelbel, Mendelssohn e di canti tradizionali natalizi.


Giovedì 23 dicembre, sempre ore 21.15, nella pieve di Sant’Ansano, sarà la volta di “Jubilate Domino”, concerto di Natale dedicato esclusivamente alla musica vocale, in un repertorio che spazia dalla polifonia rinascimentale ai canti dalla tradizione natalizia, con la Corale “Amedeo Bassi” diretta da Massimo Annibali.

Il festival si concluderà domenica 9 Gennaio alle ore 18 nella chiesa di San Pietro a Vitolini, con “Fantasia di Flauti”, con la partecipazione dell’originalissima formazione strumentale composta da 12 flauti, l’Arezzo Flute Ensemble.

Ogni evento verrà preceduto da una breve nota storica relativa al luogo del concerto, a cura degli autori del volume in corso di stampa dedicato alle chiese nelle terre del giovane Leonardo.

“Questi concerti sono l’occasione non solo per ascoltare ottima musica e festeggiare insieme il Natale, ma anche per conoscere la storia e il patrimonio culturale di cui è ricco il nostro territorio” commenta il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Vinci, Sara Iallorenzi.

«Dopo un lungo periodo di silenzio è bello poter riportare la musica dal vivo nelle nostre chiese, un modo toccante di condividere emozioni e scambiarsi gli auguri” afferma Parole di soddisfazione quelle di Monsignor Renato Bellini, parroco delle parrocchie che ospitano il festival. “Colgo l’occasione per ringraziare l’Amministrazione Comunale e l’assessore alla cultura Sara Iallorenzi, che hanno sostenuto e patrocinato le iniziative, per la sensibilità dimostrata verso il Festival “Qui Cantat” in un periodo di così particolare difficoltà. Un grazie alle parrocchie che accolgono sempre con entusiasmo gli eventi proposti. È sempre una bella esperienza, un bell’esempio di condivisione”.

0 visualizzazioni0 commenti